SEGNALETICA DI SICUREZZA

Servizio di consulenza per un ambiente lavorativo sicuro

In ambito lavorativo la segnaletica di sicurezza costituisce parte dell’obbligo di informazione del lavoratore a carico del datore di lavoro oltre ad essere necessaria ed obbligatoria per legge.

Contattaci

La segnaletica di sicurezza ha la funzione di attirare in modo tempestivo mediante colori e segnali di intuitiva comprensione l’attenzione delle persone su determinati oggetti o situazioni che possano provocare pericoli specifici.
In ambito lavorativo la segnaletica di sicurezza costituisce parte dell’obbligo di informazione del lavoratore a carico del datore di lavoro oltre ad essere necessaria ed obbligatoria per legge.

Norma UNI EN ISO 7010:2012 e D.Lgs 81/2008 – Titolo V

La Norma UNI EN ISO 7010:2012 raccoglie e disciplina le rappresentazioni grafiche relative alla segnaletica di sicurezza con lo scopo di armonizzare tali indicazioni a livello internazionale.
La norma prescrive i segnali di sicurezza da utilizzare nella prevenzione degli infortuni, nella protezione dal fuoco, per l’informazione sui pericoli alla salute e nelle evacuazioni di emergenza. La forma e il colore di ogni segnale di sicurezza sono conformi alla ISO 3864-1 e la progettazione dei segni grafici è conforme alla ISO 3864-3.
La norma è applicabile a tutti i siti in cui le questioni legate alla sicurezza delle persone necessitano di essere poste. Comunque, non è applicabile ai segnali utilizzati nel traffico ferroviario, stradale, fluviale, marittimo e aereo e, in generale, in quei settori soggetti ad una regolamentazione che può differire in alcuni punti della
presente norma e della serie ISO 3864.
La norma specifica gli originali dei segnali di sicurezza che possono essere ridotti o ingranditi per esigenze di riproduzione e di applicazione.
La segnaletica di sicurezza contenuta nel D.Lgs. 81/08 è ritenuta comunque valida in quanto la norma UNI EN ISO 7010 non vieta la normale circolazione dei segnali contenuti nel T.U. (Testo Unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro – D.Lgs. 81/2008).

Dove va posizionata la segnaletica di sicurezza

Scopo della segnaletica di sicurezza è quello di stimolare l’attenzione degli individui su oggetti o situazioni di pericolo pertanto deve essere apposta in modo completo e ben visibile in modo da non costituire una insidia imprevedibile.
Per essere efficace è necessario evitare un’eccessiva disposizione ravvicinata di cartelli che possano portare confusione o cartelli che possano fornire messaggi contraddittori e che siano di adeguate dimensioni e ben visibili da tutte le posizioni ritenute critiche rispetto al messaggio che si intende fornire; la superficie del cartello deve essere opportunamente dimensionata in relazione alla distanza dalla quale il cartello deve risultare riconoscibile.
I cartelli vanno sistemati tenendo conto di eventuali ostacoli, ad un’altezza e in una posizione appropriata rispetto all’angolo di visuale, all’ingresso alla zona interessata in caso di rischio generico, nelle immediate adiacenze di un rischio specifico o dell’oggetto che s’intende segnalare e in un posto bene illuminato e facilmente accessibile e visibile.
Il cartello va rimosso quando non sussiste più la situazione che ne giustificava la presenza.

Segnali di divieto

Appartengono a questa categoria tutti quei cartelli il cui obiettivo è quello di “vietare un comportamento che possa far correre o provocare un pericolo”.
Di seguito un esempio dei pittogrammi relativi ai segnali di divieto:

segnali di divieto Ellepi

Segnali di Avvertimento

Appartengono a questa categoria tutti quei cartelli il cui obiettivo è quello di “segnalare un avvertimento di un rischio o di un pericolo;”.
Di seguito un esempio dei pittogrammi relativi ai segnali di avvertimento:

segnali di avvertimento Ellepi

Segnali di prescrizione – Segnali di obbligo

Appartengono a questa categoria tutti quei cartelli il cui obiettivo è quello di “segnalare una prescrizione ad un determinato comportamento da tenere, un obbligo comportamentale”.
Di seguito un esempio dei pittogrammi relativi ai segnali di obbligo o di prescrizione:

segnali di prescrizione segnali di obbligo Ellepi

Segnali di salvataggio o di soccorso

Appartengono a questa categoria tutti quei cartelli il cui obiettivo è quello di “segnalare un segnale che fornisce indicazioni relative alle uscite di sicurezza o ai mezzi di soccorso o di salvataggio”.
Di seguito un esempio dei pittogrammi relativi ai segnali di salvataggio o di soccorso:

segnali di salvataggio o di soccorso Ellepi

Segnali antincendio

Appartengono a questa categoria tutti quei cartelli il cui obiettivo è quello di “segnalare l’identificazione e l’ubicazione di materiali e attrezzature antincendio”.
Di seguito un esempio dei pittogrammi relativi ai segnali antincendio:

segnali antincendio
Catalogo segnaletica 1Catalogo segnaletica 2

Richiedi un Check Up Gratuito per la tua azienda.

Verificheremo che sia tutto a norma e che i tuoi dipendenti operino in tutta sicurezza. Chiamaci e risolveremo i tuoi problemi!